Potete trovare in questa pagina la vecchia mappa di Atlanta da stampare e da scaricare in PDF. La mappa storica di Atlanta e la mappa d'epoca di Atlanta presentano il passato e le evoluzioni della città di Atlanta in Georgia - USA.
Atlanta deve la sua esistenza alle ferrovie, i cui percorsi sono stati determinati dalla geografia come indicato nella vecchia mappa di Atlanta. Situata all'estremità meridionale dei Monti Appalachi, la vecchia Atlanta divenne la porta attraverso la quale la maggior parte del traffico via terra doveva passare tra la costa atlantica meridionale e le regioni a ovest.

Mappa storica di Atlanta

Mappa di Atlanta storica

La vecchia mappa di Atlanta mostra le evoluzioni della città di Atlanta. Questa mappa storica di Atlanta vi permetterà di viaggiare nel passato e nella storia di Atlanta in Georgia - USA. La mappa antica di Atlanta è scaricabile in PDF, stampabile e gratuita.

La storia di Atlanta risale al 1836, quando la Georgia decise di costruire una ferrovia verso il Midwest degli Stati Uniti e fu scelta una località come capolinea della linea, come mostrato nella mappa storica di Atlanta. Il palo che segna la fondazione del "Terminus" fu conficcato nel terreno nel 1837 (chiamato Zero Mile Post). Nel 1839 vi furono costruite case e un negozio e l'insediamento crebbe. Tra il 1845 e il 1854 arrivarono linee ferroviarie da quattro direzioni diverse, e la città in rapida crescita divenne rapidamente l'hub ferroviario di tutti gli Stati Uniti meridionali. Durante la guerra civile americana, Atlanta, come centro di distribuzione, divenne l'obiettivo di una grande campagna dell'Unione, e nel 1864 le truppe del generale dell'Unione Sherman incendiarono e distrussero i beni e gli edifici della città, salvo chiese e ospedali.

Dopo la guerra la popolazione crebbe rapidamente, così come la produzione, mentre la città mantenne il suo ruolo di hub ferroviario. La Coca-Cola fu lanciata qui nel 1886 e crebbe in un impero mondiale con sede ad Atlanta. I tram elettrici arrivarono nel 1889, e la città aggiunse nuovi "sobborghi di tram". I college neri d'élite della città storica furono fondati tra il 1865 e il 1885, e nonostante la privazione del diritto di voto e la successiva imposizione delle leggi Jim Crow negli anni 1910, emerse una prospera classe media e superiore nera. All'inizio del XX secolo, "Sweet" Auburn Avenue fu chiamata "la strada negra più prosperosa della nazione". Negli anni '50 i neri iniziarono a trasferirsi nei quartieri della città che prima li avevano tenuti fuori, mentre le prime autostrade di Atlanta permisero a un gran numero di bianchi di trasferirsi e fare i pendolari dai nuovi sobborghi. Atlanta fu la patria del Dr. Martin Luther King, Jr. e un importante centro del Movimento per i diritti civili, come si può vedere nella mappa storica di Atlanta. La conseguente desegregazione avvenne per gradi nel corso degli anni '60. Le baracche furono rase al suolo e la nuova Atlanta Housing Authority costruì progetti di edilizia pubblica.

Dalla metà degli anni '60 alla metà degli anni '70, nove centri commerciali suburbani aprirono e il distretto commerciale del centro declinò (vedi la mappa storica di Atlanta). Ma appena a nord di esso, sorsero scintillanti torri di uffici e alberghi, e nel 1976 il nuovo Georgia World Congress Center segnalò l'ascesa di Atlanta come una grande città di congressi. Nel 1973 la città elesse il suo primo sindaco nero, Maynard Jackson, e nei decenni successivi, i leader politici neri lavorarono con successo con la comunità d'affari bianca per promuovere la crescita degli affari, pur dando potere alle imprese nere. Dalla metà degli anni '70 alla metà degli anni '80 fu costruita la maggior parte del sistema di trasporto rapido MARTA. Mentre la periferia crebbe rapidamente, gran parte della città storica si deteriorò e la città perse il 21% della sua popolazione tra il 1970 e il 1990. Nel 1996 Atlanta ospitò le Olimpiadi estive, per le quali furono costruite nuove strutture e infrastrutture. La compagnia aerea locale Delta ha continuato a crescere e nel 1998-9 l'aeroporto di Atlanta era il più trafficato del mondo. Dalla metà degli anni '90, la gentrificazione ha dato nuova vita a molti dei quartieri interni della città. Il censimento del 2010 ha mostrato i neri che lasciavano la città, i bianchi che si trasferivano in città, e un'area metropolitana molto più diversificata con una crescita più pesante nelle periferie ai suoi margini esterni.

Mappa d'epoca di Atlanta

Mappa di Atlanta antica

La mappa d'epoca di Atlanta dà una visione unica della storia e dell'evoluzione della città di Atlanta. Questa mappa vintage di Atlanta con il suo stile antico ti permetterà di viaggiare nel passato di Atlanta in Georgia - USA. La mappa vintage di Atlanta è scaricabile in PDF, stampabile e gratuita.

La regione d'epoca in cui Atlanta e i suoi sobborghi sono stati costruiti era originariamente territorio dei nativi americani Creek e Cherokee. Nel 1813, i Creek, che erano stati reclutati dagli inglesi per assisterli nella guerra del 1812, attaccarono e bruciarono Fort Mims nel sud-ovest dell'Alabama, come indicato nella mappa vintage di Atlanta. Il conflitto si allargò e divenne noto come la Guerra dei Creek. In risposta, gli Stati Uniti costruirono una serie di forti lungo i fiumi Ocmulgee e Chattahoochee, tra cui Fort Daniel sulla cima di Hog Mountain vicino all'odierna Dacula, Georgia, e Fort Gilmer. Fort Gilmer era situato vicino a un importante sito indiano chiamato Standing Peachtree, che prendeva il nome da un grande albero che si credeva fosse un pino (il nome si riferiva alla pece o linfa che ne scaturiva). La parola "pece" fu fraintesa per "pesca", da cui il nome del sito. Il sito tradizionalmente segnava un luogo di incontro dei nativi americani al confine tra le terre dei Creek e dei Cherokee, nel punto in cui Peachtree Creek sfocia nel Chattahoochee. Il forte fu presto rinominato Fort Peachtree.

Nel 1830 fu stabilita una locanda che sarebbe stata conosciuta come Whitehall a causa del fatto allora insolito che aveva uno strato di vernice bianca quando la maggior parte degli altri edifici erano di legno lavato o naturale come mostrato nella mappa d'epoca di Atlanta. Più tardi, Whitehall Street sarebbe stato costruito come la strada da Atlanta a Whitehall. L'area di Whitehall sarebbe stata rinominata West End nel 1867 ed è il più antico quartiere vittoriano intatto esistente di Atlanta vintage. Nel 1835, alcuni leader della Nazione Cherokee cedettero il loro territorio agli Stati Uniti senza il consenso della maggioranza del popolo Cherokee in cambio di terre a ovest, secondo il Trattato di New Echota, un atto che portò al Sentiero delle Lacrime. Nel 1836 l'Assemblea Generale della Georgia votò la costruzione della Western and Atlantic Railroad per fornire una via commerciale verso il Midwest. Il percorso iniziale doveva andare da Chattanooga a un punto chiamato semplicemente "Terminus", situato da qualche parte a est del fiume Chattahoochee, che alla fine sarebbe stato collegato alla Georgia Railroad da Augusta e alla Macon and Western, che andava da Macon a Savannah.

I primi treni merci e passeggeri della Georgia Railroad da Augusta, a est, arrivarono nel settembre 1845 e in quell'anno fu aperto il primo albergo, l'Atlanta Hotel, come si può vedere nella mappa d'epoca di Atlanta. Nel 1846, una seconda ferrovia, la Macon & Western (orig. "Monroe Railroad"), completò i binari a Terminus, collegando il piccolo insediamento con Macon e Savannah a sud-est. La città d'epoca iniziò allora a prosperare. Alla fine del 1846, fu aperto l'hotel Washington Hall. Nel 1847, la popolazione era esplosa a 2.500 cittadini. Nel 1848, fu eletto il primo sindaco, si verificò il primo omicidio e fu costruita la prima prigione. Un nuovo consiglio comunale approvò la costruzione di marciapiedi in legno, vietò le attività commerciali la domenica e nominò uno sceriffo cittadino. Nel 1849 fu costruito il terzo e più grande albergo antebellum di Atlanta, la Trout House, e il Daily Intelligencer divenne il primo quotidiano di successo della città. Nel 1850 fu fondato il cimitero di Oakland a sud-est della città, dove si trova ancora oggi.